domenica 4 novembre 2007

Lucca 2007 Comics & Games

Si è svolta a Lucca l'annuale rassegna "Comics & Games", che coinvolge tutta la città toscana per 4 giorni, dal 1 al 4 novembre.
Questa manifestazione coinvolge tutti i principali editori di fumetti stranieri, dai manga giapponesi alle nostrane Panini Comics e Sergio Bonelli Editore.
Nel contempo orde di appassionati hanno sfilato indossando costumi dei loro beniamini in cellulosa prestandosi per sfilate e fotografie.
La fiera si è svolta all'interno delle mura cittadine, al coperto (al Palazzo Ducale, sede di mostre e convegni) e all'interno di tendoni trasformati in fumetterie, negozi di gadget, ritrovo per collezionisti.
La fiera è stata anche ritrovo di tutti gli appassionati di giochi di ruolo (dal vivo e di carte) che si sono confrontati in aree adibite al gioco e alla vendita di miniature, carte da gioco e costumi fantasy.
Molti disegnatori italiani (alcuni stranieri) erano presenti, per regalare schizzi e dediche agli appassionati e per presentare le loro ultime fatiche. Tra i nomi più importanti del fumetto italiano erano presenti Gigi Simeoni ("Gli occhi e il buio"), Andrea Bormida e Stefano Casini ("Nathan Never") e Roberto Diso (" Tex"). Peccato che Giancarlo Oliveres ("Nathan Never") sarebbe arrivato in fiera solo il giorno dopo.
Molto prepotente la presenza di costumi, fumetti e gadget giapponesi, tanto che quasi tutta la fiera era (a mio parere purtroppo) dedicata a loro. La Marvell e DC Comics erano quasi assenti (salvo che nelle fumetterie), così come la Sergio Bonelli e Panini Comics che però, fortunatamente, avevano uno stand per presentare le loro nuove uscite e i loro disegnatori più famosi. Così come i costumi degli appassionati, solo pochi erano appartenenti a personaggi occidentali (tra i quali appartenenti alla saga di Star Wars, e i Marvell X-men e Punitore; quest'ultimi costumi ispirati però ai film e non al fumetto). Totalmente assenti i personaggi dei fumetti italiani (neanche un Tex, Dylan Dog, Zagor o Nathan Never) e della DC Comics (né un Batman né un Superman); Spider-Man neanche a nominarlo.
Di sicuro questa fiera è stata la prova che, almeno in italia, gli Anime la fanno da padrone nell'industria fumettistica, e stanno lentamente spodestando le storiche case editrici occidentali.
Stupefacente è stata però la sfilata in costume del "Vader's Fist" (501°Legione), con costumi veramente fedeli alla saga starwarsiana.
Tutte le foto nel mio album qui

3 commenti:

antares ha detto...

insomma, ve la siete spassata!...e l'affluenza della gente com'era?...da 5° girone, n'est pas?...cmq i 2 personaggi "giapponesi" che non riconosci: il tipo credo che sia Ranxerox (però dopo la sars e il vaiolo insieme...un po' Pep Stribek travestito da Emil Mase!)...per quanto riguarda la tipa non vorrei sbilanciarmi troppo, ma credo sia un personaggio di Kill Bill (ma qui lo dico e qui lo nego!)...beh, comunque bella storia!

Maestro Pigi ha detto...

CHI DIAVOLO E' RANXEROXZIOPORK?
Maledetti giapponesi, a parte l'Aikido non li sopporto...stanno uccidendo il fumetto italiano e americano!

Nex ha detto...

Lavorano il doppio li paghi la metà. Li assumerei alla marvel, dopo aver insegnato a loro come si disegna :)