giovedì 17 dicembre 2009

Torna per un caffè al bar dove rubò la bicicletta: deve restituirla

Il Resto Del Carlino - Ferrara
Ferrara, 16 dicembre 2009 - Come per i bugiardi, una qualità che non deve difettare ai ladri è la memoria. Altrimenti si rischiano brutte avventure. Come quella accaduta qualche giorno fa in un noto ed elegante bar di corso Giovecca.

Qui, di buon mattino, è arrivato all’improvviso un cliente, con accento dell’Est europeo: ha parcheggiato la bella mountain bike, del valore originario di circa 200 euro, davanti alla vetrina del bar ed è entrato chiedendo un caffè. Unico particolare diverso dal solito, la mountain bike l’aveva rubata allo stesso barista qualche mese prima. Ed era facilmente riconoscibile: neppure lo sforzo di riverniciarla o di cambiare qualche ricambio, almeno l’attacco della borraccia che era stato completamente modificato dal vecchio proprietario.

Nulla: bici identica, con soltanto qualche ammaccatura e segno in più che l’hanno fortemente deprezzata. Ma tant’è: lui la bici l’aveva presa a gratis e poteva pure permettersi di maltrattarla. Il barista, per nulla intimidito dal suo ingrato cliente, appena ha visto la bici è uscito tranquillamente dal locale, l’ha presa e l’ha messa al sicuro all’interno. Con la massima indifferenza.

L’uomo a quel punto ha capito la gaffe ed ha provato a dissimulare: "La bici me l’ha venduta un albanese" ha risposto al barista "l’ho pagata 50 euro". Ma la sua resistenza è stata di breve durata: "Stai attento — la replica del barista, un tipo buono ma piuttosto e deciso sulle cose — che sono un po’ albanese anch’io; se è così, va’ da chi te l’ha venduta e fatti restituire i 50 euro. E adesso paga anche il caffè". Il barista non è affatto albanese, come probabilmente non esiste neppure l’albanese che ha venduto la bici: fatto sta che per tante bici rubate a Ferrara, una almeno è tornata a casa. Tutta colpa di un caffè e della poca memoria di chi se l’era presa.

2 commenti:

Nex ha detto...

Stavolta la cazzata l'ha fatta il ladro

Lincoln Hawk ha detto...

che pirla poteva venderla o spendere 5 euro per una bomboletta di vernice, non è comunque corretto ma farsi beccare così è da pirla, si vede che il ladro mangia poco pesce, infatti il fosforo aiuta la memoria.